progetti

Masseria Amastuola Wine Resort

località Crispiano - Taranto / sistema FerroFinestra W40
 

Progettista: Arch. Rezza

La masseria Amastuola è posizionata su una collina predominante l’arco jonico e fa parte delle 100 masserie di Crispiano in provincia di Taranto. Fu edificata a partire dal 1400, ma ulteriori interventi possono essere datati intorno al 1600. Nel 2003 vi fu un primo intervento dedicato a i nuovi impianti produttivi: 110 ettari di vigneto di uva da vino, piantati ad onda che ne ridisegnano il paesaggio. Nel 2013 hanno avuto inizio i lavori per il recupero architettonico e la conversione della masseria in struttura ricettiva ad opera dell’architetto Vito Rezza affiancato nelle sue scelte dalla famiglia Montanaro. L’intervento è stato condotto secondo una direttrice progettuale ben precisa rivolta a preservare l’autenticità della masseria con i suoi “segni del tempo” lasciati negli anni dall’usura e dal lavoro quotidiano. All’interno “dell’involucro storico” quindi, si è intervenuti da un lato, recuperando tutto ciò di autentico e vero la masseria presentava, lasciando intatte “le masse murarie”, dall’altro dichiarando espressamente i nuovi interventi come i blocchi edificati, la pavimentazione, gli arredi, etc. Oggi la masseria Amastuola, ormai recuperata quasi totalmente, ospita spazi interni ed esterni per la ricezione, bar, sala degustazione vini, libreria, ristorante, sala conferenze, spazi expo della Magna Grecia e 18 camere. Sono in corso di realizzazione piscina e spa. I materiali utilizzati per gli arredi, rivestimenti, finiture e integrazioni sono stati dettati dalla tradizione locale: legno, ferro, maioliche, pietra, cementine e tufo. Il blocco reception è un volume completamente in ferro cor-ten situato all’ingresso della grande corte e ben distinto dalle masse murarie della masseria; esternamente nascosto dal muro della facciata principale, si innesta tra i due massicci corpi antichi in tufo. Una grande vetrata realizzata in ferro con profilo FerroFinestra tradizionale si affaccia all’interno della corte protetta da un frangisole in lamiera di cor-ten tagliato al laser con un pattern di fori tondi (acini d’uva) che lasciano intravedere il contorno di grandi foglie di vigna. Sull’esterno un portale in ferro cor-ten, su cui ritagliare frasi riguardanti la masseria e il suo vigneto giardino, è l’ingresso al ristorante e si contrappone alla grande vetrata ad arco che si affaccia nella corte grande, e alla sequenza di archi laterali della corte piccola. La scelta di profili FerroFinestra con sezioni molto ridotte garantisce la massima luminosità degli ambienti interni e crea una continuità tra i vari spazi.